martedì, Aprile 13, 2021
Quando Spider-Man diventa nero

Quando Spider-Man diventa nero

Quando si pensa a Spiderman viene subito in mente l’immagine del supereroe e forte simpatico.

Peter Parker, quando non lavora come squattrinato fotografo, sfreccia tra i grattacieli di New York mascherato nel suo inconfondibile costume Rosso e Blu.

Ma non è stato sempre così.

Nel 2007 uscì Spiderman 3 che ci fece conoscere un uomo ragno diverso: nero di costume e molto cupo nel carattere.

In effetti quello Spiderman era forse meno simpatico ma sicuramente più forte e spettacolare.

Vediamo insieme cosa ha portato a questa trasformazione. In Spider Man 3 l’Uomo Ragno è diventato l’eroe incontrastato della Grande Mela, innamorato felice della sua Mary Jane.

Peter Parker sembra ormai avere risolto i suoi problemi riuscendo a far convivere la sua esistenza normale con quella da supereroe.

In realtà i problemi sono appena iniziati, infatti la sua ragazza, professionalmente insoddisfatta, si sente incompresa mentre Peter ritorna a pensare con rabbia e dolore all’omicidio dello zio Ben. Il punto di svolta della storia consiste in una sostanza aliena giunta sulla terra insieme ad un meteorite che si attacca e poi si impadronisce di Spider Man trasformando il suo costume in nero.

Questa trasformazione ha un effetto sulle capacità dell’uomo ragno che diventa ancora più forte ma soprattutto spietato e vendicativo.

Che lo porta a consacrarsi interamente alla vendetta.

Ne faranno le spese i suoi avversari Venom e in particolare l’Uomo Sabbia.

Lo scontro tra l’Uomo Ragno e l’Uomo Sabbia è uno dei momenti più spettacolari del cinema d’azione. Alla fine vince l’Uomo Ragno che riesce anche liberarsi dall’influenza riscoprendo l’importanza del suo lato umano e il valore del perdono.

Michael Meloni

Fonte immagine: Flickr.com 

Cultura

Da non perdere