giovedì, Giugno 17, 2021
Digitale e accessibilità, parecchie novità

Digitale e accessibilità, parecchie novità

I social network sono da anni un potente mezzo di comunicazione a disposizione delle persone che difficilmente oggi ne potrebbero fare a meno. C’è quindi una grande domanda di accessibilità a cui i giganti della tecnologia hanno iniziato a rispondere con innovazione e investimenti. Secondo un recente articolo dei “colleghi” di Rtl 102.5 l’impegno di aziende come Instagram, Facebook, ma anche di big come Google, Microsoft, Zoom è sempre più orientato a favorire l’accesso alle varie piattaforme anche alle persone con disabilità. Vediamo come.

Instagram

Instagram il social network più utilizzato dai giovani per la condivisione di foto e video ha recentemente introdotto nuove funzionalità nelle “storie” per renderle accessibili anche a chi presenta disabilità. La più importante riguarda i sottotitoli che troveranno spazio sotto al riquadro in modo da permettere anche a chi ha problemi di udito di comprendere il significato di un parlato. Inoltre, è prevista la  personalizzazione di dimensione e colore per facilitare la lettura agli utenti con parziali disabilità visive. L’annuncio era stato dato lo scorso gennaio e Facebook che controlla Instagram aveva introdotto il miglioramento della tecnologia di testo alternativo automatico che usa l’intelligenza artificiale per creare le descrizioni delle foto per le persone non vedenti e ipovedenti. 

Microsoft

Il gigante del software vuole promuovere l’accessibilità alla sua tecnologia  con iniziative come AI for Accessibility, e i recenti aggiornamenti delle piattaforme come Teams e Office. 

Zoom

La piattaforma più nota per videoconferenze ha introdotto una funzione che consente ad una persona con disabilità di identificare un partecipante come interprete, in modo che la sua posizione nella schermata non cambi nemmeno quando si susseguono vari interlocutori. Questa soluzione semplifica la comprensione e favorisce l’interazione di tutti.

Google

Anche per Google le novità per quanto riguarda l’accessibilità arrivano dall’intelligenza artificiale. Grazie a questa è stata introdotta la funzione “live caption”, per la titolazione automatica. 

i videogiochi

Non mancano le novità anche nel settore dei videogiochi. Per esempio  Amd, produttore di hardware, ha rilasciato un aggiornamento del software che gestisce le schede grafiche della serie radeon, includendo una sezione dedicata all’accessibilità che prevede un nuovo sistema di correzione del colore per i giocatori affetti dalle tre principali varianti di dicromatismo, ovvero l’inabilità a percepire, del tutto o in parte i colori.

Andrea Minicucci

Cultura

Da non perdere